• Home
  • Archivio Notizie
  • 2018
  • Al via la mostra "Gioppino incontra le maschere"

 NOTIZIE 

 

Al via la mostra "Gioppino incontra le maschere"

Partenza col botto per l’evento “Gioppino incontra le maschere” organizzato dalla nostra associazione in collaborazione con Camera di Commercio di Bergamo e con il patrocinio di Comune di Zanica, Provincia di Bergamo, Regione Lombardia, Ducato di Piazza Pontida e Distretto Agricolo Bassa Bergamasca.

Mercoledì 22 agosto, alle 18, presso l’Antico Borgo del Padergnone (location di straordinaria bellezza concessaci in uso dalle famiglie Mascheretti) il taglio del nastro ha dato il via alle numerose iniziative che, nell’ambito dell’evento, si succederanno fino a domenica 26  agosto. In Primis il saluto delle autorità che, graditissime ospiti, sono volute intervenire.

Dal sindaco di Zanica Luigi Locatelli a Raffaella Castagnini della Camera di Commercio di Bergamo, dal Duca di Piazza Pontida Smiciatöt al senatore della repubblica Toni Iwobi passando per l’amico Luigi Minuti. A tutti loro l’associazione ha voluto consegnare una medaglia e una pergamena ricordo dell’evento. Poi l’apertura della ricchissima mostra “Dal campiello alla strada” curata da Bruno Poieri che ne ha illustrato i contenuti in un’amichevole chiacchierata. Non una conferenza vera e propria, ma uno spaccato avvincente della sua vita di collezionista e studioso appassionato di “Commedia dell’Arte” e di tutto quanto riguarda le maschere fin dalla loro lontanissima origine.

Detrattore di Goldoni, Bruno Poieri non gli ha risparmiato critiche pungenti, critiche peraltro circostanziate, fino a ridimensionarne almeno in parte la figura di padre della letteratura italiana. Una vera e propria dissertazione dotta, invece, quella dello storico Luigi Minuti che ha letteralmente incantato un pubblico oltremodo attento rivelando gli aspetti paesaggistici più suggestivi e, ahimè, meno noti del territorio che ha dato i natali a Gioppino (ma l’identità di un popolo deve per forza passare dal territorio a cui appartiene!) tanto che, a conclusione della conferenza si poteva captare tra le inevitabili chiacchiere della gente: “ Che bella però la nostra Provincia! Ha ragione Minuti.

Peccato che la conosciamo poco! Io non sono stato mai ai 13 ponti. Tu? Io ci voglio andare assolutamente ma non mi ricordo da che parte si va…” e altre chicche del genere che esprimevano in modo piuttosto semplice la soddisfazione e l’orgoglio di essere bergamaschi. Infine, poiché anche lo stomaco vuole la sua parte, grazie a “Il Salumiere” di Emanuela Tolotti, degustazione dei prodotti tipici della patria di Gioppino. Roba da leccarsi i baffi davvero. Il tutto sotto l’elegantissima tensostruttura montata appositamente per l’occasione e che avrà il compito di proteggerci fino a domenica da eventuali, annunciati, acquazzoni. Ebbene. Poco ci cale. Siamo al coperto. E, soprattutto, siamo partiti col piede giusto. Ma le fatiche sono appena cominciate e il ritmo va mantenuto così. Serrato. Incalzante. Coinvolgente. Noi ce la metteremo tutta. Parola di Giopì de Sanga.

 

 

 

SEGUICI SUI SOCIAL NETWORKS